CAPODANNO IN TIBET: RAGAZZI TIBETANI CUCINANO GNOCCHI TRADIZIONALI PER LE FAMIGLIE CHE LI OSPITANO

“Tashi Delek!” Lo studente tibetano Oden, con questa formula di augurio ha offerto degli “Hatas” (gnocchi tibetani -NdT-) fatti da lui alla sua famiglia “Han”. Stanno festeggiando il nuovo anno insieme, dato che il Capodanno tibetano coincide con il Festival di Primavera di quest’anno. Il lunedì segna la vigilia del nuovo anno, Oden e il suo compagno di classe Gosang Geleg si riuniscono con la loro famiglia ospitante. Sono studenti tibetani che frequentano la Scuola Media Tibetana di Jinan nella Provincia orientale dello Shandong in Cina.

Ogni anno, 150 studenti appena iscritti a questa scuola sono ospitati da famiglie locali con cui possono trascorrere i fine settimana, le vacanze e festeggiare insieme le ricorrenze. “Sono la mia famiglia nello Shandong”, ha detto Oden. Secondo lui, la cosa più felice del Nuovo Anno è stare insieme alla famiglia. Anche i suoi genitori hanno viaggiato dal Tibet per vederlo. “Mi sembra di avere due famiglie adesso”, ha detto.

Negli anni ‘80, il Governo iniziò a incoraggiare i bambini del Tibet a frequentare le scuole medie nelle zone economicamente più sviluppate della Cina centrale, orientale e meridionale. Secondo il Dipartimento di educazione della Regione Autonoma del Tibet, entro la fine del 2016, oltre 110.000 studenti tibetani, il 70% dei quali sono figli di agricoltori e pastori, sono entrati nelle scuole medie di altre regioni grazie a questa iniziativa.

Wang Hongyan è la madre che ospita Oden e Gosang Geleg. “Quando li ho incontrati per la prima volta, i sorrisi puri sui loro volti mi hanno riscaldato il cuore”, ha detto. “Sono stati più che benvenuti nella nostra famiglia”. Il figlio di Wang, Li Tianrun, studia nella scuola media Jinan No. 68. Ha detto che quando il figlio ha portato il messaggio da scuola che avrebbe partecipato all’ospitalità degli studenti tibetani, era felice. “Il progetto è in corso da nove anni e genitori come Wang Hongyan sono sempre stati di aiuto”, ha detto Wang Xuefeng, Vicepreside della scuola media Jinan No.68.

Alle 02:00 di lunedì, quando Oden e Gosang Geleg, entrambi vestiti in costume tradizionale tibetano, si sono presentati alla loro famiglia Han, la celebrazione del nuovo anno ha avuto inizio. “Sono un amante degli gnocchi e questa è la prima volta per me per sapere come sono fatti”, ha detto Oden. Dopo aver impastato la pasta, affettare manzo ed erba cipollina, stava avvolgendo il ripieno, seguendo le istruzioni di Wang. “È un’esperienza completamente diversa da celebrare il Nuovo Anno a casa, ma sentiamo la stessa felicità”, hanno detto i due giovani tibetani.

A oltre 3.500 km di distanza da Lhasa, la capitale regionale del Tibet, la famiglia della zia di Oden era a sua volta impegnata a prepararsi per la cena di Capodanno. Invece di gnocchi Hatas, stavano preparando il Kasai, una tradizionale pasta fritta tibetana fatta di farina e burro. “E’ un dovere per salutare il nuovo anno tibetano e rappresenta il legame familiare; il Kasai è il modo unico per iniziare il prossimo anno del popolo tibetano, sia gnocchi che Kasai rappresentano la speranza della gente per il futuro”, ha detto la zia, Rigzin Choskyi.

“Felice anno nuovo!”, tramite il collegamento internet Rigzin Choskyi ha salutato la famiglia di Wang, ha chiesto a Oden di prendersi cura di sé e ha detto che al resto della famiglia lui mancava molto. Mentre il cielo notturno si illuminava di brillanti fuochi d’artificio, la famiglia Han-tibetana si siede al tavolo gustando una grande cena, dove il Capodanno è stato celebrato con risate e allegre canzoni tibetane.

“Abbiamo anche imparato molto sul Tibet oggi”, ha detto Wang. È un’opportunità d’oro per suo figlio di allargare i propri orizzonti facendo amicizia con ragazzi di un diverso background culturale. Wang ha detto che vogliono fare tutto il possibile per prendersi cura dei ragazzi tibetani, così i loro genitori si preoccuperanno meno per loro. Con una superficie di 2,2 ettari, la Jinan Tibetan Junior High School ha ora circa 500 studenti tibetani. Diversamente da altre scuole medie, il suo curriculum include la lingua e la fotografia tibetane. “Vogliamo andare alla scuola superiore di Pechino, e tornare in Tibet dopo il college”, ha detto Oden.

Facebook Comments