VINO E TIBET, UNO SGUARDO DA VICINO AD UNA INDUSTRIA PROMETTENTE, Mirabile Tibet

VINO E TIBET, UNO SGUARDO DA VICINO AD UNA INDUSTRIA PROMETTENTE

Avevamo già affrontato il topic del vino in Tibet presentando un un nostro precedente articolo il “vino più alto del mondo”. Oggi andremo tra i vitigni per conoscere i protagonisti di questa rivoluzione agricola tibetana.

Mentre canta un brindisi allegro, Golha Drolma versa il vino nei bicchieri degli ospiti nel suo cortile nella regione autonoma del Tibet, nel Sudovest della Cina. Golha Drolma viene dalla zona rurale della Contea di Mangkam, situata in una valle calda e secca dove l’uva cresce meglio. Nella sua città natale con una storia vinicola di oltre 100 anni, quasi tutte le famiglie coltivano uva e sanno vinificare.

“Le uve coltivate qui hanno pezzature importanti ed alti tassi zuccherini, quindi il vino che ne deriva è soddisfacente sia dal punto di vista della quantità che da quello della qualità”, ha detto Golha Drolma, che gestisce un ristorante in stile tibetano a casa. Vendendo il loro vino fatto in casa e coltivando uva per cantine moderne, gli abitanti dei villaggi locali di Mangkam hanno beneficiato dello sviluppo del settore enologico, raccogliendo una fortuna.

“La nostra azienda ha sviluppato 10 prodotti importanti, tra cui vino rosso secco e vino bianco secco. Produciamo 200 tonnellate di vino all’anno, per un valore di circa 30 milioni di yuan (circa 4,46 milioni di dollari USA)”, ha affermato Losum Tsering, presidente di un’azienda vinicola locale.

A parte il clima favorevole, le uve vengono coltivate secondo i metodi dell’agricoltura biologica, motivo in più per cui i vini dell’azienda sono preferiti dai consumatori, ha affermato. Losum Tsering ha studiato uva e vinificazione alla Northwest A&F University nella provincia dello Shaanxi, nel Nordovest della Cina, prima di spendere tutti i suoi risparmi e farsi prestare altri 900.000 yuan per avviare l’attività di vinificazione nel 2011.

“Abbiamo dovuto portare qui la tecnologia moderna in modo che i nostri prodotti vinicoli possano essere competitivi e di buona qualità”, ha detto. Con il sostegno del Governo, il vino è diventato un’importante industria nella Contea di Mangkam. L’uva locale è stata registrata come una delle indicazioni geografiche dei prodotti agricoli nel 2020 e la contea ha ora sei aziende vinicole.

Poiché le aziende vinicole incoraggiano gli abitanti dei villaggi vicini a coltivare l’uva, il reddito della gente del posto ha visto una costante crescita. L’area della piantagione di uva della contea di Mangkam ha raggiunto oltre 10.000 mu (quasi 700 ettari), generando un reddito annuo di oltre 8.000 yuan per famiglia. Losum Tsering ha affermato che la sua azienda intende costruire una struttura ricettiva e ampliare la cantina dei vini e la sala espositiva per attirare i turisti. “Combinando la produzione del vino con il turismo, possiamo fare molto di più per diffondere la cultura del vino a Mangkam”, ha affermato.

Facebook Comments